6 dicembre 2011

VIP, Twitter e le nostre parole d'aria fritta

Un mondo alla rovescia.

Personaggi, seguiti da milioni di persone per i loro presunti meriti artistici, parlano d'aria fritta ma il loro folto seguito, annichilisce i nostri pensieri e le nostre vite che verrebbe voglia di gettarle nel cassonetto del riciclo depressione!

Oggi, ho scoperto che su Twitter sono presenti Melissa Satta, veline, e Isabella Ferrari, attrice "radical chic", cioè molto chic e poco radical, o molto radical nell'essere chic, la quale, in 2 giorni di presenza su questo social network, ha accumulato già la sostanziosa cifra di 928 follower (cioè gente che la legge!), mentre lei, da vera signora della borghesia altolocata e sprezzante non del pericolo ma della plebaglia, ne segue solo 4: Beppe Grillo (rivoluzionaria!), Nichi Vendola (pasionaria!), Marco Travaglio (precisina!) e Il Fatto Quotidiano.

Sì, vabbè, ma che scrivono?
La velina scrive di quando va a fare compere e ai ristoranti, poi ci avvisa dei suoi spostamenti per lavoro e saluta gente che sta a Miami.
L'attrice amata da Nanni Moretti, saluta il mondo del web e, a seguire, afferma che Fiorello la fa morire dal ridere, "dite pure quel che volete".
STOP.

E tu, quanti follower hai dopo 2 giorni di twittate???
Allora? Dimmelo? Che democrazia c'è nel web se vengono ascoltati sempre i soliti???

Nessun commento: