15 dicembre 2011

Il Corriere e l'Iraq

I soldati made in U.S.A. se ne vanno dall'Iraq invaso illegalmente dalla prima potenza mondiale per scaramucce col nemico storico della famiglia Bush, Saddam Hussein, oltrechè per il suo petrolio e per i miliardi generati dalla ricostruzione - la storia dell'uranio fu una clamorosa balla per la quale nessuno ha pagato - e, nonostante 4.500 morti fra i soldati americani, altri anche fra quelli italiani , 100.000 civili morti ammazzati nella guerra civile, scandalo della prigione delle torture, poi Guantanamo, ecc., e il Corriere della Sera se la cava con un articolo contenente la spropositata cifra di ben 200 parole circa ad essere generosi..

Guerra in Iraq? Pfuà, due spari, una statua abbattuta, elezioni e via!

Nessun commento: