3 novembre 2012

08. Niente soldi per la SLA. Dubbi fregatura Ponte di Messina. FIAT come FOXCONN. I soldi dell'ILVA di Taranto.

Puntata numero 08 de Il Peggio d'Italia

POLITICA - ECONOMIA



"LEGGE STABILITA': INCERTE LE RISORSE PER LA SLA. I MALATI PRONTI A RIPRENDERE IL DIGIUNO" Fonte: Il Messaggero
Il Comitato 16 Novembre, che già organizzò uno sciopero della fame per via dei tagli all'assistenza pubblica, sono di nuovo sul 'piede di guerra', cioè sono pronti a riniziarlo, dato che la visita del ministro Fornero sembra non aver portato alcun frutto. Dicono che sono pronti anche ad azioni estreme a parte dal 20 novembre, giorni in cui si saprà se a loro saranno destinati almeno 350 milioni di euro provenienti dal "Fondo Catricalà". Pensate che quasi 700 milioni di euro, destinati ai disabili, verranno trasferiti in un fondo i cui scopi sono ancora ignoti!
Interviene anche Paolo Ferrero, dei Comunisti italiani: "Il governo Monti è vergognoso, dato che trova 2 miliardi per la banca dei Monti dei Paschi di Siena e niente per le persone che vivono in una condizione di vita tra le più difficili in assoluto!"

"PONTE SULLO STRETTO: LA RIVOLTA AMBIENTALISTA" Fonte: La Stampa
Il ponte dello Stretto di Messina rimane nel limbo e il governo ha trovato un accordo con le ditte appaltatrici per non pagare la penale (oggi): questa, verrà maggiorata del 10% nel caso il progetto venga abortito fra 2 anni, quando se ne ridiscuterà. Gli ambientalisti, il centro sinistra e la sinistra sono contrari all'opera, mentre Matteoli del Pdl afferma che se il centro-destra tornerà alla guida del Paese, l'opera si farà.
Attenzione al costo però, da 4,6 miliardi del 2003, siamo giunti agli 8,5 miliardi di oggi!


"FIAT, IL RICATTO DI MARCHIONNE. PETIZIONE ANTI-FIOM VOLUTA DALL'AZIENDA" Fonte: Il Fatto Quotidiano
"Dovrei essere l'operaio modello - dice un operaio intervistato dal giornale di Padellaro e Travaglio - ma con quello che succede ora non si può scherzare: il mio capo-squadra è arrivato e mi ha detto di firmare qua mentre stavo lavorando, ho firmato e quando ho chiesto spiegazioni mi ha minacciato dicendomi che avrebbe potuto mettermi nell'altra lista."
A che servivano queste firme, di che liste si sta parlando? Semplice: l'altra lista è quella degli operai legati alla FIOM, mentre le firme servivano per una petizione pro-FIAT e chi non ha firmato ora rischia di perdere il posto, di essere cioè tra i 19 che Marchionne vuole, con fare sapiente per creare un bel clima di tensione, cacciare per fare posto ai 19 targati FIOM da reintegrare su ordine della Corte d'Appello.
E le condizioni di lavoro? Simil-Foxconn: "Non abbiamo il tempo di parlare neanche un attimo col collega, e se siamo raffreddati neanche di soffiarci il naso, dato che finita un'auto ne arriva un'altra da fare in un solo minuto, senza possibilità di tirare il fiato, mentre prima fra una e l'altra c'erano anche 40 secondi"

"RAUTI? MAI VISTO AL PROCESSO DELLA STRAGE DI BRESCIA" Fonte: La Stampa
Il quotidiano torinese intervista, nell'edizione odierna, Manlio Milani, il presidenti dei 'Familiari delle vittime della strage di Brescia', il quale perse sua moglie in quel dannato 28 maggio 1974, aveva solo 32 anni..
Milani e tutti quanti hanno atteso invano, nessuno è mai stato condannato e fra gli imputati risultava esserci l'appena defunto Rauti, ma mai si presentò in Tribunale e mai telefonò ai parenti delle vittime per dirsi innocente. Vi consiglio la lettura. Mi fermo qua. Anzi, vi linko la pagina di Vincenzo Vinciguerra su Wikipedia, ex terrorista nero che spiega come apparati dello Stato organizzassero stragi per poi accusare i terroristi rossi durante gli anni della 'Strategia della tensione'.

"CAOS IDV. SINDACI CONTRO DI PIETRO: PARTITO MORTO, NESSUN MARGINE" Fonte: Repubblica
Per Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, l'Italia dei Valori è un partito non finito, ma morto come tutti gli altri partiti. Ma non ci si deve unire a Grillo, bensì cercare di prendere il voto di chi si astiene. Per Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, Di Pietro ha sbagliato a voler vicino a sè delle persone di scarso livello politico, culturale e morale. Luigi Li Gotti, senatore, vede una rinascita che avverrà strutturando il partito in maniera diversa.

"CASO ILVA. I 190 MILIONI DEI RIVA" Fonte: L'Espresso
Un bel 'gruzzoletto' di soldi derivanti dai profitti generati dall'ILVA di Taranto, non è stato re-investito nell'azienda come Emilio Riva ha affermato rispondendo a Nichi Vendola, governatore della Regione Puglia, infatti il settimanale di De Benedetti afferma che ben 190 milioni di euro sono stati trasferiti in una holding del gruppo, la Riva Fire, tramite la quale non finanziare lavori all'interno dell'acciaieria per venire incontro alle norme ambientali, bensì per gonfiarsi i portafogli.

CRONACA


"NUOVA PROTESTA DEI LAVORATORI DELL'APPLE STORE DI ROMA EST" Fonte: Paese Sera
Neanche il tempo di mostrare agli adepti della mela smangiucchiata il nuovo modello di lettore mp3 multimediale, che 20 dipendenti dell'Apple Store di Roma Est sono entrati in sciopero e in protesta, attraverso un sit-in, per la negazione al diritto dei buoni-pasto e per il mancato ripristino della normativa sulla retribuzione dei giorni di malattia. L'azienda fa orecchie da mercante e non vuole concedere nuovi tavoli di confronto.
Ma di che stupirsi se conosciamo le condizioni di lavoro degli operai della Foxconn dove vengono prodotti gli I-Phone?

"ROVERETO. PICCHIA LA MOGLIE E CAUSA L'ABORTO, ARRESTATO" Fonte: Ansa
Un 42enne marocchino picchia così forte la moglie da farle perdere il bambino che portava in grembo da 3 mesi.. Il fatto è avvenuto un mese fa.

"SESSO CON LA FIDANZATINA DEL FIGLIO, 2 ANNI DI CARCERE" Fonte: Corriere del Veneto
Due anni fa un 40enne di Feltri, mentre stava accompagnando a casa la fidanzatina 14enne del figlio, ha avuto con questa un rapporto sessuale. E' soltanto grazie alla madre che è venuta fuori questa relazione, per via della sua curiosità che l'ha portata a leggere di nascosto alcuni sms presenti nel telefonino della figlia. Pare comunque che lei fosse consenziente.
E' stato condannato a 2 anni e 4 mesi di carcere. Oltre a questa pena, dovrà risarcire suo figlio, la ragazza e il padre della ragazza.

"RASATO COME GLI EBREI. PUNITO COSI' NUOTATORE DI 11 ANNI" Fonte: Corriere del Veneto
Tre istruttori professionisti di nuoto hanno minacciato i loro giovani allievi che in caso di risultati scadenti, sarebbero stati rasati come gli ebrei dei campi di concentramento nazisti da dei ragazzi più grandi. Purtroppo le minacce si sono trasformate in realtà per un 11enne. Non una semplice rasatura, infatti nella parte superiore del capo hanno disegnato una croce.
Gli imputati si sono difesi in questa maniera: "La rasatura è un rituale per gli atleti maschi, specie in trasferta e in vista di gare importanti. Anche i grandi campioni fanno così (?). La croce invece rappresenta la Svizzera dove abbiamo disputato delle gare, nient'altro."
Da notare come due dei tre aguzzini siano donne.

"BLITZ DI STUDENTI NELLA SEDE LA STAMPA DI TORINO" Fonte: Tgcom24
Una cinquantina di studenti torinesi antagonisti, sono entrati improvvisamente dentro la nuova sede del quotidiano La Stampa, stravolgendo alcune stanze, per protestare contro alcuni articoli, presumibilmente relativi alle contestazioni No Tav o degli studenti stessi avvenute in Torino e provincia.

SPETTACOLO

"SARA TOMMASI ALL'ATTACCO: 10 MILIONI DI RISARCIMENTO PER I FILM PORNO" Fonte: Il Messaggero
La showgirl vuole avviare azioni legali contro chi ha sfruttato la sua immagine attraverso due film porno con lei protagonista. Lei continua ad affermare che durante le riprese di ambo i film non era in grado di intendere e di volere. Ma chi ti crede?

"A PALERMO RECITA UN ROBOT MA NESSUNO SE NE ACCORGE" Fonte: La Stampa
Incredibile: uno scienziato giapponese è riuscito a costruire un robot con sembianze umane che non solo si muove e si parla, ma sembra pure respirare e provare emozioni. A me fa paura, a voi? Quali conseguenze potranno esserci? Ci ritroveremo a costruire robot per vivere le nostre vite? Lo Stato sarà composto soltanto da umanoidi indegerrimi pronti a sparare ancor più dei pazzi poliziotti statunitensi? Non voglio saperlo!

Nessun commento: