28 ottobre 2012

Dove lavorano i figli del governo Monti

QUI si parla degli impieghi altamente remunerativi ottenuti dai figli di alcuni membri del governo Monti.

Mi si potrebbe obiettare che sono tutti giovani adulti in gamba, studiosi, seri e preparati, ma allora perché scegliere loro in questi ruoli importanti e non tanti altri laureati ugualmente bravi?

Perché, se andiamo a vedere bene, a leggere bene, notiamo che: la figlia di Elsa Fornero, Silvia Deaglio, lavora per una fondazione finanziata dalla Banca Intesa, e la madre guarda caso lavorò proprio per questa grande banca;

Il figlio di Mario Monti, Giovanni Monti, ha lavorato per la Parmalat ai tempi di Enrico Bondi, il quale guarda un po', è stato chiamato proprio dal governo Bondi. Federica Monti, invece, lavora per lo studio Ambrosetti, quelli del Forum Ambrosetti di Cernobbio dove si ritrovano i più grandi economisti..;

Il figlio di Anna-Maria Cancellieri, Giorgio Peluso, ha appena ottenuto 3,6 milioni di euro da Unicredit come buonuscita ed ora è il Chief Financial Officer di Telecom Italia;

Il figlio di Corrado Passera, Luigi Passera, lavora per la P&G, ed ha lavorato per la Piaggio, società si Colaninno e partner di Banca Intesa (Passera ne era l'amministratore delegato) durante il "salvataggio" di Alitalia (Passera è stato l'advisor di questa operazione del 2008);

Una delle tre figlie di Piero Gnudi, Elisabetta Gnudi, ha lavorato per Nomisma un think-tank prodiano;

Il figlio di Carlo Malinconico (dimessosi recentemente), Stefano Malinconico ha lavorato al ministero dell'Ambiente di Clini e ora all'Antitrust di Catricalà, altro ex collega del padre..;

La figlia di Antonio Catricalà, Michela Catricalà, è stata assunta dalla Terna, una società partecipata dal ministero dell'Economia dove da tempo lavora Vittorio Grilli, ora ministro. La moglie di Catricalà, Diana Agosti, invece, è capo del dipartimento per il coordinamento amministrativo della presidenza del consiglio.

Nessun commento: