9 novembre 2012

Ancora su Obama

Gli USA hanno gravi problemi di debito e deficit, la già poca assistenza ai poveri verrà un po' tagliata e i ricchi, anche se non tutti, non ne vogliono sapere di pagare più tasse.

Però, anche se solo a parole, o meglio ancora anche se "solo" con l'immaginazione, si sentono andare verso un futuro migliore, uniti nella voglia di sentirsi tutti uguali, bianchi e neri, etero e gay e via dicendo. Questa è una cosa molto importante, perché forse un giorno l'economia crollerà e avremo bisogno di questa unione, quindi umana e non economica, per vivere bene.

Infatti, se noi abbiamo il ministro Fornero che sfotte i malati di SLA e se ne frega degli esodati e si complimenta coi giovani solo se hanno ottenuto un bel posto fisso, negli USA c'è il presidente Obama che scrive una bella lettera ad una bambina con genitori gay, dicendole che è orgoglioso di avere una "fan" come lei!

Potrei anche essere ricchissimo, ma mi sentirei comunque in uno stagno, è un po' come se vivessimo in India dove vigono le caste.

Nessun commento: